PAGAMENTI: NUOVO LIMITE PER I CONTANTI E OBBLIGO DEL POS

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di Stabilità 2016, dal 1.01.2016 sono entrati in vigore il nuovo limite per l’utilizzo del denaro contante e le modifiche all’obbligo di accettare pagamenti con carte di credito per commercianti e professionisti.

Il nuovo limite per l’utilizzo di denaro contante passa da € 999,99 a € 2.999,99.

Quindi, dal 1.01.2016, è vietato il trasferimento di denaro contante, realizzato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, in tutti i casi in cui il valore del trasferimento risulta pari o superiore a € 3.000,00.

Per quanto riguarda i canoni di locazioni, con l’abrogazione dell’art. 12, c. 1.1 D.L. n. 201/2011, è ora possibile pagare i canoni di locazione di unità abitative in contanti, nel rispetto del nuovo limite di € 3.000,00.

POS

Esteso alle carte di credito l’obbligo di accettare i pagamenti tramite POS da parte di professionisti, imprese ed esercenti al minuto e opera a prescindere dall’importo, essendo stato eliminato il riferimento agli importi minimi. Tale obbligo non trova applicazione nei casi di oggettiva “impossibilità tecnica”.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze provvedera’ con proprio decreto, sentita la Banca d’Italia, ad assicurare la corretta e integrale applicazione del regolamento (UE) n. 751/2015, definendo commissioni interbancarie inferiori per le operazioni tramite carta di debito a uso dei consumatori, al fine di favorire l’utilizzo dei pagamenti elettronici per importi inferiori a € 5,00.

Con decreto ministeriale saranno definite anche le fattispecie costituenti illecito e le relative sanzioni amministrative pecuniarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *