CESENA, CONFERMATO IL MERCATO PER SAN GIOVANNI

Di  |  0 Commenti

Anche nel pieno della fiera di San Giovanni, Cesena non dovrà rinunciare all’appuntamento con il mercato ambulante, che si terrà regolarmente nella mattina di sabato 23 giugno.

La notizia è tutt’altro che scontata: lo svolgimento del mercato del sabato nei giorni scorsi è stato a lungo in discussione, a causa del linee guida sulla sicurezza per le manifestazioni pubbliche indicate a partire dalla cosiddetta Direttiva Gabrielli. A preoccupare era soprattutto la sovrapposizione fra la conclusione del mercato ambulante, con il conseguente deflusso dei suoi operatori, e l’arrivo degli ambulanti impegnati nella fiera: questo avrebbe comportato, nell’area di piazza del Popolo e viale Mazzoni, una presenza doppia di operatori e mezzi in movimento (oltre 400 anziché i soliti circa 200), rendendo molto più difficile e complesso il controllo.

Alla fine la soluzione è stata trovata: il mercato ambulante del sabato si svolgerà regolarmente, ma si chiederà ai suoi operatori di anticipare l’uscita dall’area mercatale alle ore 13. Agli operatori della fiera, invece, l’accesso sarà consentito solo dopo le ore 14. In questo modo si creerà un cuscinetto di un’ora, che permetterà di concludere ordinatamente e in sicurezza le operazioni di uscita, e di avviare, subito dopo, con altrettanto ordine e sicurezza le operazioni di ingresso e di allestimento dei fieristi.

“Per arrivare a definire queste modalità, che compendiano le esigenze di tutti – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore allo Sviluppo Economico Lorenzo Zammarchi – è stata preziosa la collaborazione delle forze dell’ordine, di Cesena Fiera e di Blu Nautilus, che hanno compreso e condiviso il nostro obiettivo, aiutandoci a trovare la quadra. Per questo, li ringraziamo di cuore. Garantire la sicurezza è una condizione imprescindibile, ma ci sarebbe davvero dispiaciuto dover chiedere agli operatori e ai cesenati tutti di rinunciare al tradizionale appuntamento con il mercato del sabato”.

“Abbiamo cercato in ogni modo di salvaguardare ogni singolo ambulante – dichiarano dal canto loro i presidenti territoriali di Anva, Gabriele Fantini, e Fiva, Alverio Andreoli – consapevoli che, dopo le date cancellate a febbraio causa neve, un nuovo annullamento del mercato avrebbe inciso pesantemente sul bilancio di ogni singola attività. Ringraziamo sentitamente l’Amministrazione che si è fatta carico delle nostre richieste e le forze di polizia per aver esaminato le criticità e proposto possibili soluzioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *